L’Europa guarda più alla Germania, ma l’Italia rischia, previsioni borsa lunedi.

#Previsioni #borsa #lunedi


Previsioni borsa lunedi

Più la Germania che l’Italia sembrano fino a questo momento interessare agli investitori nel “Super-Sunday” elettorale che ci siamo appena messi alle spalle. Lo dice in fondo l’andamento dei mercati nelle prime ore di questo lunedì: l’euro, dopo essersi avvantaggiato nei confronti del .

Più la Germania che l’Italia sembrano fino a questo momento interessare agli investitori nel “Super-Sunday” elettorale che ci siamo appena messi alle spalle. Lo dice in fondo l’andamento dei mercati nelle prime ore di questo lunedì: l’euro, dopo essersi avvantaggiato nei confronti del dollaro ieri alla notizia del sostegno fornito dai due terzi del Partito socialdemocratico tedesco (Spd) alla formazione di un governo di coalizione con la Cdu di Angela Merkel, riesce comunque a mantenere le posizioni sopra quota 1,23. Piazza Affari cede invece terreno a differenza del resto dei listini continentali anche se per il momento limita i danni. E mentre lo spoglio del voto italiano continua, si allarga anche di alcuni punti base lo spread BTp-Bund, cioè il vero barometro della tensione sul nostro Paese.

Difficile sostenere che la prima reazione sia stata sorprendente, vuoi per il maggior peso specifico della Germania e della sua Grosse Koalition nelle sorti del futuro dell’Unione, vuoi per la comprensibile difficoltà degli investitori nel valutare le dinamiche politiche del nostro Paese. Se qualcosa conta per il destino europeo e per il cammino verso la tanto sospirata integrazione sono proprio le trattative per la formazione del Governo tedesco, che ieri hanno ricevuto una spinta indubbia, anche se in fin dei conti attesa, dal via libera Spd.

Due pesi differenti

Meno rilevanza, occorre ammetterlo, hanno in tal senso le vicende di casa nostra, che però rischiano di condizionare più di quanto non sia avvenuto fino a questo momento l’atteggiamento degli investitori nei confronti degli asset targati Italia, soprattutto in termini relativi rispetto all’Europa. Sotto questo aspetto la reazione iniziale in Borsa e sui titoli di Stato italiani è indicativa dell’incertezza che ancora regna fra i grandi fondi internazionali.

Un rischio (forse) sottovalutato

Finora l’imminenza delle elezioni italiane era passata sostanzialmente sottotraccia: venerdì scorso il rendimento del BTp decennale si era attestato al 2,06% con un differenziale nei confronti del Bund a pari scadenza (il famigerato spread, che resta in ogni caso la misura più fedele della tensione attorno al nostro Paese) di 140 punti base che, se da una parte poteva risultare per certi versi tranquillizzante, dall’altra aveva fatto drizzare le antenne a più di un operatore di mercato, suggerendo una sottovalutazione dei rischi insiti nel voto italiano.

In sostanza, gli investitori non avevano penalizzato il nostro Paese per una serie di fattori economici (ripresa debole, ma consolidata) e politici (i perduranti acquisti dei titoli da parte della Bce), ma soprattutto nella convinzione che dalle urne potesse uscire un risultato tale da propiziare un Governo di larghe intese in grado di dare almeno in una certa misura continuità al programma di riforme portato avanti fra mille difficoltà dal 2013 in poi. I risultati (tutt’ora parziali) giunti fino a questo momento lasciano nella più completa incertezza circa la possibilità di formare qualsiasi coalizione che possa guidare il Paese, ma segnano l’indubbio successo delle due principali forze di rottura e più critiche verso l’Europa quali 5 Stelle e Lega, cioè una soluzione meno market-friendly.

La parola agli economisti

«In assenza di una maggioranza assoluta che emerge dalle urne i partiti hanno la possibilità di negoziare una coalizione, ma si tratta di un processo incerto. L’attività politica proseguirà durante le trattative, ma il rallentamento delle riforme potrebbe rendere l’economia vulnerabile quando il ciclo si invertirà», spiegano Daniele Antonucci e Joao Almeida di Morgan Stanley. «Non ci aspettiamo che una simile coalizione possa consegnare riforme strutturali significative e a seconda della sua composizione vediamo il rischio che le precedenti riforme possano essere cancellate», aggiunge Fabio Fois di Barclays Capital, sottolineando che «nel medio termine siamo dell’avviso che la prossima legislatura sarà caratterizzata da instabilità politica che possa culminare in una crisi di governo o in elezioni anticipate».

Le ipotesi per lo spread BTp-Bund

Quanto tutto questo possa pesare su mercati finanziari italiani nel medio termine lo vedremo ovviamente fra qualche settimana. In ogni caso un eventuale governo di centro destra con egemonia lega potrebbe, secondo le previsioni degli analisti di UniCredit, far balzare lo spread BTp-Bund fino a quota 200, che salirebbe probabilmente ancora più in su e oltre i massimi raggiunti lo scorso anno (210 punti) nell’ipotesi di un Governo di coalizione guidato dal movimento 5 Stelle. Quest’ultimo aumenterebbe infatti «le possibilità di uno smantellamento delle riforme strutturali portate avanti fino a questo momento e rappresenterebbe una minaccia a qualsiasi impegno assunto dall’Italia in termini di disciplina fiscale nei confronti dell’Europa».

Meno traumatico, almeno in teoria, risulterebbe sui mercati il caso di un ritorno alle urne in tempi brevi e (possibilmente) con una nuova legge elettorale in grado di fornire una guida più stabile al Paese. Il prolungamento dell’incertezza potrebbe infatti portare a un esito poco favorevole per i BTp, ma intermedio rispetto alla formazione di un Governo con posizioni critiche nei confronti dell’impianto europeo, con un differenziale nei confronti della Germania in crescita, ma comunque circoscritto fra 175 e 200 punti. In ogni caso, resta il sospetto che gli investitori abbiano sottovalutato il rischio Italia negli ultimi due mesi, e che possano continuare a farlo anche adesso che gli scenari a loro meno favorevoli si sono puntualmente manifestati.


Nice, Trend Online, previsioni borsa lunedi.

#Previsioni #borsa #lunedi


Previsioni borsa lunedi

Nice, azienda nazionale di domotica

DESCRIZIONE

Nice, azienda nazionale di domotica

Nice S.p.A. è una delle principali società italiane, attiva a livello internazionale nel settore elettronico dell’Home Automation. Il gruppo si occupa della progettazione, produzione e relativa commercializzazione di una vasta gamma di sistemi integrati per l’automazione, spaziando dai sistemi di parcheggio, porte da garage, cancelli, tapparelle e tende ai sistemi di allarme.

Il gruppo di cui Nice S.p.A. è la capofila, opera attraverso le 33 aziende controllate che sono site in vari paesi come l’Africa, America, Asia e Oceania ed Europa.

Le origini ed il suo pioniere: Lauro Buoro

Le origini della società ci riportano in Veneto, precisamente ad Oderzo, quando l’imprenditrice Lauro Buoro, costituì nel 1993, una piccola azienda dedicata inizialmente al commercio di prodotti elettronici per il comando a distanza di garage e cancelli.

Dalla commercializzazione alla produzione

Dal 1996 l’azienda inizia ad occuparsi anche della parte produttiva meccanica, realizzando le motorizzazioni per l’automazione. L’azienda riscuote un immediato successo e nell’arco degli anni successivi continua a svilupparsi ed a crescere a livello internazionale, partendo dal mercato francese.

L’espansione all’estero di Nice

Nel 2005 la società di Lauro Buono ha continuato a svilupparsi attraverso varie acquisizioni ed aprendo le proprie filiali in Florida, Francoforte e Bucarest, trasformandosi in una delle principali realtà a livello internazionale. Nello stesso anno l’azienda, in costante crescita, ha realizzato un fatturato pari a 121,5 milioni di euro, di cui 80% è stato realizzato all’estero.

L’approdo in Borsa

Nel 2006 la società debutta sul mercato telematico di Milano, quotandosi in Borsa, sul mercato tecnologico STAR. L’azienda colloca circa 36,9 milioni di azioni, le quali vengono scambiate al prezzo iniziale di 5,70 euro.

I principali dati economico finanziari di Nice

Nice S.p.A.ha la propria sede principale nella cittadina di Oderzo (Treviso) in Via Pezza Alta, 13 ed è presente a livello internazionale con filiali ed uffici in molti paesi. I prodotti del gruppo vengono commercializzati in oltre 100 paesi.

La società è quotata alla Borsa valori di Milano, sul mercato MTA, nel segmento STAR, con il simbolo NICE.

Il gruppo dell’Home Automation, presieduto dal manager Lauro Buoro, ha concluso l’esercizio fiscale del 2013 con un fatturato pari a 264,1 milioni di euro, registrando una flessione del 3,9%, rispetto all’esercizio precedente, conclusosi con ricavi per 274,8 milioni di euro.


Dividendi 2018: i migliori su Borsa Italiana, finanza e borsa italiana.

#Finanza #e #borsa #italiana


Dividendi 2018: i migliori su Borsa Italiana

15 Gennaio 2018 – 09:51 2018-01-17 10:15:48

17 Gennaio 2018 – 10:15

Ecco le azioni che pagano i dividendi più alti nel 2018 su Borsa Italiana. Sul podio Intesa Sanpaolo, Azimut e Banca Farmafactoring.

Anno nuovo, nuove strategie di investimento. Ma quella che punta al dividendo rimane la preferita dagli investitori azionari italiani, alla ricerca dei migliori dividendi nel 2018 – ovvero le cedole più alte promesse dalle società quotate su Borsa Italiana.

Di seguito Money.it ha redatto una classifica che raccoglie i dividendi 2018 più alti, utile allinvestitore alla ricerca dei migliori titoli su cui investire nel corso dell’anno appena iniziato.

Molte società hanno già riferito il proprio piano sulle cedole, così da permetterci di raccogliere tutte le informazioni utili al lettore in un’unica tabella.

Dividendi 2018: la classifica dei migliori su Borsa Italiana

La percentuale riportata all’interno della classifica dei dividendi 2018 migliori di Piazza Affari si basa sull’ipotesi di acquisto dei titoli ai prezzi alla fine dello scorso anno. L’elenco aiuta l’investitore a comprendere quali siano le società che, più “generosamente”, promettono una cedola invitante nel 2018.

La colonna “prezzo di acquisto” riporta il prezzo sul quale viene calcolata la percentuale di dividendo spettante all’investitore nel corso del 2018.

Di seguito, invece, riportiamo le stime sui dividendi presentate dalle società componenti del Ftse Mib, lindice principale di Piazza Affari.

Notiamo come per la quasi totalità delle società del Ftse Mib ci si attenda un dividendo al rialzo nel 2018.

Il calcolo dei dividendi

Per correttezza di informazione, dopo aver riportato la classifica dei dividendi 2018 più alti su Piazza Affari, sottolineiamo che la variazione percentuale espressa come cedola cambia in base ai movimenti della quotazione del titolo. Di conseguenza, la percentuale di dividendo a cui concretamente l’investitore avrà diritto viene calcolata partendo la prezzo a cui il titolo è stato acquistato.

I dividendi riportati all’interno della classifica di Money.it sono dunque soggetti a variazioni: il valore diminuisce quando la quotazione del titolo aumenta e, viceversa, il dividendo aumenta quando scende il prezzo del titolo. Se il valore assoluto del dividendo non può cambiare, varia invece il suo impatto percentuale in base al prezzo di acquisto.

La formula in base alla quale, convenzionalmente, viene calcolato il valore percentuale del dividendo è la seguente:

Dividendo (in %) = valore assoluto del dividendo * 100 / prezzo di acquisto

Investire in titoli ad alto dividendo

Investire in titoli azionari che offrono i rendimenti migliori sul mercato risulta essere una delle scelte più condivise tra analisti ed investitori.

Guardando agli andamenti storici sul mercato notiamo che i titoli che offrono i rendimenti più alti solitamente sono quelli che soffrono di meno in caso di crolli improvvisi sul mercato. Inoltre, sempre in caso di condizione avversa del mercato, il dividendo tutela il ritorno dell’investimento, o almeno riesce a compensare parte delle perdite.

Infine, il valore del dividendo che viene sottratto dal valore del titolo prima dell’apertura della sessione nel giorno dello stacco della cedola spesso viene compensato da una variazione al rialzo del titolo dovuta agli acquisti da parte degli investitori.

Tasse e commissioni sui dividendi

I dividendi sono tassati dallo Stato italiano con un’aliquota del 26% (in merito, invitiamo a consultare la guida completa “Tassazione dividendi 2018”).

Sul fronte delle commissioni sui dividendi dovute al proprio intermediario, l’importo da pagare sulle cedole può arrivare anche all’1% in caso di acquisti in filiale, senza calcolare le ulteriori spese fisse di gestione applicate dall’istituto bancario a cui si fa riferimento.

Le commissioni sui dividendi scendono in caso di acquisti attraverso intermediari online.


Maltempo, il grande freddo sull Italia, da gioved – nuova perturbazione – Cronaca, previsioni di borsa per domani.

#Previsioni #di #borsa #per #domani


Ansa Cronaca

  • Servizi
  • • Mobile
  • • RSS
  • • Meteo
  • Abbonati
  • • English Service
  • • Noticiero Español
  • • Notiziario ANSA su iPad
  • ANSA.it
  • Cronaca
  • Maltempo, il grande freddo sull’Italia, da giovedì nuova perturbazione

Disagi e ritardi nei trasporti

Notizie Correlate

  • VIDEO Video Gelo a Roma, lo spettacolo delle fontane ghiacciate
  • VIDEO Video Fontana di Trevi “chiusa per ghiaccio”
  • VIDEO Video Italia nella morsa del gelo
  • VIDEO Video Maltempo: bufera di neve ad Ancona
  • VIDEO Video Il maltempo sferza Napoli
  • VIDEO Video Maltempo, neve anche a Pescara
  • VIDEO Video Nella chiesa dei senzatetto per combattere il gelo
  • VIDEO Video A Napoli strade gelate
  • VIDEO Video Gelo sull’Italia, fitta nevicata a Roma
  • VIDEO Video Neve anche nei dintorni di Roma
  • FOTORACCONTO Fotoracconto La neve a Roma – FOTO
  • FOTORACCONTO Fotoracconto Neve anche nei dintorni di Roma
  • FOTORACCONTO Fotoracconto L’appennino sotto la neve
  • FOTORACCONTO Fotoracconto Maltempo: neve a San Martino di Castrozza

Archiviato in

Le previsioni erano chiarissime e il gelo e le nevicate in arrivo dalla Siberia ampiamente annunciati: eppure anche stavolta il sistema Italia non ha retto alla prima vera ondata di maltempo. Ma non sono state le temperature polari registrate in mezza Italia, con -35 gradi sul Monte Bianco e sul Monte Rosa e decine di città ampiamente sotto lo zero, a provocare il disastro: è stata la neve caduta nella notte e nelle prime ore del mattino su Roma ieri che ha bloccato la capitale come nel 2012, anche se stavolta nessuno ha confuso i millimetri con i centimetri, e ha generato un effetto a catena che ha avuto conseguenze in tutta Italia. La città ha in qualche modo retto l’urto, con le scuole e i monumenti preventivamente chiusi, i bus a mezzo servizio e i militari dell’Esercito intervenuti per pulire le strade.

Ma è andato in tilt il sistema ferroviario provocando il caos in decine di stazioni , da Torino a Firenze, da Venezia a Milano fino a Napoli. Migliaia di passeggeri bloccati sui treni e negli scali ferroviari, centinaia di convogli cancellati, ore di ritardo sull’intera linea. Una situazione inaccettabile che ha spinto il ministro dei Trasporti Graziano Delrio a chiedere un dettagliato rapporto a Rfi su quanto accaduto. Eppure tutto sommato era iniziata bene, con la magia della città eterna e il litorale imbiancati al risveglio: le foto del Colosseo e dei Fori Imperiali, di San Pietro e di Fontana di Trevi sotto i fiocchi di neve hanno fatto il giro del mondo.

Migliaia di romani alle 8 erano già in strada a postare foto e video e qualcuno ha anche messo gli sci ai piedi tra le rovine del Circo Massimo, scatenando l’ironia dei social. Ma la poesia è durata ben poco, come la neve che si è sciolta al sole, e ha lasciato spazio ai problemi reali. A collassare è stata la circolazione ferroviaria: alle 10 i treni in partenza e in arrivo a Roma avevano ritardi fino a 120 minuti e a quel punto era chiaro che piega avrebbe preso la giornata. La situazione è infatti pesantemente peggiorata con il passare delle ore: i treni ad Alta velocità hanno accumulato fino a sette ore di ritardo, tutti gli Intercity da e per Roma Termini sono stati cancellati mentre domani tutti i treni Alta Velocità in transito nella Capitale fermeranno alla stazione Tiburtina. Complessivamente Trenitalia ha soppresso il 20% dei treni a lunga percorrenza e il 70% di quelli del traffico regionale. Un’odissea che ha riguardato migliaia di semplici cittadini e clienti vip, da Fiorello a Dario Franceschini fino a Sabina Guzzanti. “Siamo fermi a 50 km da Roma – ha ironizzato su Twitter lo showman – il tempo è splendido ma qui dicono che tra qualche chilometro inizia Frozen”. Il ministro della Cultura ha invece postato una foto da una carrozza piena di gente: “Alle 11 sono arrivato a Termini per prendere il treno per Ferrara. Sono le 16.40 e siamo fermi a Firenze, ma sono fiducioso che prima o poi ripartirà”.

Nulla a che vedere con l’odissea dei passeggeri dell’Ic 794 Reggio Calabria-Torino: partito ieri sera in perfetto orario alle 21.35, ha accumulato 9 ore di ritardo e arriverà alla stazione di Porta Nuova 29 ore dopo esser partito. Lo stesso tempo che si impiega a fare 2 volte in aereo andata e ritorno Roma-New York. Il caos perfetto è dovuto a due inconvenienti, secondo Trenitalia che parla di un ritardo medio di 150 minuti e che – come Italo – ha promesso un’indennizzo al 100% per i ritardi: la nevicata su Roma, che ha richiesto interventi per la rimozione di ghiaccio e neve, e un guasto ad un treno Italo sulla direttissima Roma-Firenze all’altezza di Orte, in provincia di Viterbo, che ha ridotto la circolazione ad un unico binario e generato una lunga coda di convogli in entrambe le direzioni. In attesa di capire cosa non ha funzionato, la polemica è già scattata. Doppia. Quella delle opposizioni capitoline contro il sindaco Virginia Raggi colpevole di non esser rientrata anticipatamente dal Messico (lo farà oggi) e quella tra il Campidoglio e la Protezione Civile per l’intervento dell’Esercito nelle strade di Roma. Il Comune ha sostenuto di non aver chiesto l’intervento, ma è stato smentito dal Dipartimento: “il rappresentante della protezione civile capitolina ha confermato la necessità di supporto indicando le aree dove far operare i mezzi offerti”. E giovedì, forse, si replica: è attesa una nuova perturbazione, e non è escluso che possa nuovamente nevicare a Roma.

In Abruzzo, molta la neve caduta all’Aquila ma è imbiancata anche Pescara e il litorale. Nevischio ad Ancona e in Romagna e sulla A14.


Borsa, notizie, quotazioni, rumors: benvenuti su, app azioni borsa.

#App #azioni #borsa


Finanza.com – il portale della finanza e del risparmio

Iliad prepara l’assalto al fortino Italia, presto il debutto con tariffe “rivoluzionarie” da 2,90 euro

Bitcoin nel mirino del fisco, così verranno tassate le criptovalute

Mattarella pronto ad agire: governo neutro per evitare spauracchio aumento IVA

Twitter scopre bug nel sistema, meglio cambiare la password

Piazza Affari sfreccia ai nuovi massimi dal 2009, marcia in più per Ferrari e Fca

Finale d’ottava scoppiettante per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha chiuso in rialzo dell’1,12% circa a quota 24.335 punti, sui nuovi massimi dal lontano ottobre 2009. Il .

Telecom Italia: Equita, con nuova governance rappresentati gli interessi del mercato

“Abbiamo seguito con favore l’intero confronto sulla governance Tim e vediamo nel risultato finale una rassicurazione di fairness e di correttezza verso l’intero mercato”. Lo ha .

Risparmio Gestito

Per BlackRock boom di utili trimestrali, sugli ETF iShares flussi per quasi 35 miliardi

Il business ETF continua a trainare i conti di BlackRock. Il maggiore asset manager del mondo ha riportato nel primo trimestre dell’anno un utile netto adjusted pari a 1,092 .

Fidelity lancia sei fondi indicizzati a basso costo

Fidelity ha lanciato sei fondi azionari indicizzati transnazionali a basso costo, ai prezzi più bassi sul mercato. La gamma è composta da sei fondi domiciliati in .

Banca Mediolanum: raccolta netta totale a 354 milioni di euro a marzo. Interesse per Piani di accumulo in avvio 2018

Banca Mediolanum ha annunciato di avere archiviato il mese di marzo con una raccolta netta totale di gruppo pari a 354 milioni di euro. Più nel dettaglio, la raccolta netta .

Assicurazioni

Polizze dormienti: il risveglio grazie al confronto con l’Anagrafe

Letargo finito per le polizze dormienti. La prima rilevazione dell’Ivass, effettuata incrociando i codici fiscali degli assicurati e l’Anagrafe Tributaria, ha risvegliato 153mila .

Rc Auto: premio medio in calo, il costo si aggira sui 400 euro

Leggero calo del costo per l’Rc auto. Secondo gli ultimi dati Ivass, nel quarto trimestre del 2017 il premio medio per l’assicurazione auto è pari a 417 euro, in ribasso dello .

Smartphone: si diffonde l’assicurazione per proteggersi da furti, danni e uso della sim

Non solo casa e auto. Ora si può sottoscrivere un’assicurazione anche per lo smartphone. Diventato per alcuni uno strumento indispensabile per la vita di tutti i giorni e sempre .

Moncler: ricavi salgono del 20% a 332 mln nel primo trimestre

Moncler ha archiviato il primo trimestre del 2018 con ricavi in crescita e migliori delle attese. Il gruppo italiano guidato da Remo Ruffini ha realizzato ricavi pari a 332 .

Vittoria Elliott scalda le azioni Telecom risparmio, mercato scommette su conversione

Il ribaltone in casa Telecom Italia, con il fondo Elliott che ha strappato la maggioranza in assemblea aggiudicandosi la maggioranza del cda di Tim battendo i francesi di Vivendi, .

Wall Street incerta, deludono dati lavoro Usa

Volatilità a Wall Street, con la pubblicazione dei dati sul mercato del lavoro per il mese di aprile che ha deluso le aspettative del mercato. A New York, in questo momento il Dow .

Eni e Cnr insieme nella ricerca e innovazione: accordo da 20 mln per 4 centri nel Sud Italia

Eni e Cnr insieme nella ricerca e innovazione. Il presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), Massimo Inguscio, e l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, .

TIM, Bernabé richiama azionisti dopo vittoria Elliott: Non siamo allo stadio. Non siamo alla curva sud

“Non siamo allo stadio. Non siamo alla curva sud”. Franco Bernabé, che presiede i lavori dell’assemblea degli azionisti di Telecom Italia ricoprendo la carica di consigliere .

TIM: candidati fondo Elliott tutti eletti. Vivendi si aggiudica solo cinque nomi, tra cui Genish

Il fondo Elliott riesce a vincere contro i francesi di Vivendi. L’assemblea degli azionisti di Tim, riunita oggi per decidere se dare il suo appoggio al fondo di Paul Singer o .

Stati Uniti: disoccupazione scende a sorpresa al 3,9% ad aprile

Negli Stati Uniti il tasso di disoccupazione è sceso al 3,9% ad aprile dal 4,1 del mese di marzo. Il mercato sui attendeva un dato al 4 per cento.

Finanza personale

Vendere casa: con il restyling si trova un compratore 4 volte più velocemente. Ecco che spunta l’home stager

Piccoli interventi di stile e presentazione e un servizio fotografico professionale per far scattare il colpo di fulmine fra gli acquirenti e vendere casa più velocemente e con .

Barometro Crif: prestiti personali in rialzo, guidano la ripresa del comparto

Sempre richiesti dagli italiani, i prestiti personali portano l’intero comparto fuori dalla crisi. In particolare, il mese di marzo ha fatto registrare in termini assoluti il .

Lavoro: soddisfazione prima dello stipendio per gli italiani, il sogno del ‘posto fisso’ non è svanito

Gli italiani sono un popolo di lavoratori felici? Parrebbe di sì, osservando i numeri dell’edizione 2018 della Hays Salary Guide, l’indagine annuale sull’andamento del mercato .

I rumors di Spystocks

Renault avrebbe avviato trattative per possibile fusione con Nissan

Il mondo delle quattro ruote potrebbe essere investito da una importante operazione di M&A. Secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg, la casa automobilistica francese .

Tiscali, scontro in vista con Open Fiber sui servizi in fibra

Tiscali starebbe preparando un esposto all’Antitrust nei confronti di Open Fiber per pratiche anticoncorrenziali nella fornitura di servizi in fibra nelle città di Milano e .

Vodafone aggira l’antitrust: salasso del 10% per clienti fisso e mobile, un mese di tempo per recedere gratis

3 mag, 14:16 – Redazione Finanza.com

TRENDS 2.0.66: O.S.M. (old style markets!)

4 mag, 22:39 – IntermarketAndMore

MACHIAVELLI E LA LINEA MAGINOT DEI MERCATI!

4 mag, 12:00 – icebergfinanza

Analisi Eurostoxx50: 7 – 11 Maggio 2018

oggi, 09:39 – Cicli e Gann

Analisi Dow Jones Industrial: Maggio 2018

oggi, 08:59 – Cicli e Gann

In arrivo un nuovo crack? – Analista Simone Rubessi

4 mag, 23:19 – Il Respiro del Grafico

Istogramma dei volumi – Analista Simone Rubessi

4 mag, 21:00 – Il Respiro del Grafico

L’INFLAZIONE E’ MORTA!

4 mag, 08:30 – icebergfinanza

Ftse Mib: apre tonico, importante una chiusura settimanale sopra 24.157 punti

4 mag, 08:26 – tradingideas

Le PMI apprezzano il welfare aziendale

4 mag, 06:56 – Previdenza complementare


Borsa italiana in tempo reale, borsa italiana in tempo reale. #Borsa #italiana #in #tempo #reale


ANSA.it Economia

  • Servizi
  • • Mobile
  • • RSS
  • • Meteo
  • Abbonati
  • • English Service
  • • Noticiero Español
  • • Notiziario ANSA su iPad

Primopiano

Dirigenti P.A, si tratta su scatti da 250 euro

Un nuovo contratto, dopo 8 anni di blocco, per i dirigenti. Mercoledì si apriranno le trattative per i vertici delle amministrazioni statali. Via libera a nuove assunzioni e bandi di concorsi

Tim: Calenda, con Cdp reazione contro predatori francesi

Il fondo Elliott porta nel consiglio di amministrazione 10 indipendenti. Nuovo board si riunisce lunedì. Fulvio Conti verso la presidenza.

California supera Gb, quinta economia al mondo

Il pil californiano e’ cresciuto nel 2017 a 2.750 miliardi di dollari, mentre quello inglese si è contratto leggermente

Buffett: Berkshire Hathaway in rosso, prima volta dal 2009

La holding che fa capo a Warren Buffett chiude il primo trimestre in perdita a causa dell’attuazione di nuove regole contabili

Sicilia ultima Ue donne occupate, 29,2%

Le ultime 4 regioni in Europa per tasso di occupazione femminile sono in Italia. La Sicilia si conferma fanalino di coda

Ue, crescita Italia prosegue a 1,5%, ma cala nel 2019

Commissione europea: +1,2% a causa dei venti di coda che si indeboliscono. Incertezza prolungata può agitare mercati

Generali: l’utile del primo trimestre balza dell’8,6%

Ferrari segna un utile record

“Il 2018 inizia con un altro trimestre da record. Verso un altro grande anno”. Così la Ferrari commenta i conti dei tre mesi, approvati dal consiglio di amministrazione.

Alibaba,+49% i ricavi dell’anno

Il gruppo cinese Alibaba ha chiuso l’anno fiscale al 31 marzo 2018 con un risultato netto di 9.791 milioni di dollari con una crescita del 49% rispetto al precedente bilancio annuale. I ricavi sono aumentati del 58% a quota 39.898 milioni di dollari.

Meno impatto per le Pmi

Gli investimenti nelle tecnologie digitali – dalla robotica ai social media – “stanno trasformando l’economia globale” con forti incrementi di produttività per le imprese.

Disoccupazione 2017 all’ 11,2%, il minimo da 4 anni

Occupazione al top dal 2009, ma sotto il picco pre-crisi. Oltre 100 mila persone in meno in cerca di lavoro (-3,5%)

Famiglie temono imprevisti,

Indagine di Confindustria registra che continua a calare la fiducia delle famiglie, scesa a marzo 2018 a 15,4 punti. Il primo problema rimane la mancanza di lavoro

Xiaomi, maxi ipo per

Presenta documenti, valore società cinese smartphone a 100 miliardi di dollari

Confindustria, con reddito cittadinanza spreco ingente

Il reddito di cittadinanza potrebbe costare molto (30 miliardi di euro o più rispetto ai già elevati 17 miliardi prospettati dal M5S) e “comportare uno spreco ingente di risorse pubbliche, poiché verrebbe concesso anche a individui che poveri non sono”.

Chitarre Gibson sono in bancarotta

Con Chapter 11 obiettivo rilancio e meno debito

Agenzia delle Entrate, sono 455mila domande rottamazione

Le richieste di “rottamazione delle cartelle” arrivate all’Agenzia delle entrate hanno raggiunto le 455.000 unità.

Dazi, Usa: all’Ue 30 giorni per trattare

Tajani, Ue sia esentata una volta per tutte. Gentiloni, essenziale ora esenzione permanente

Brusca frenata dell’inflazione Ad aprile scende da 0,8 a 0,5%

Istat, effetto ribasso tariffe luce e gas. Carrello della spesa rincara, con un aumento dell’1,5%

Sempre più tatuatori e giardinieri, ma calano artigiani

Unioncamere-InfoCamere, 110mila in meno in 5 anni


Finanza-Quotazioni-Azioni-Etf-Obbligazioni-Fondi-Notizie – Borsa Italiana, borsa italiana azioni. #Borsa #italiana #azioni


Finanza-Quotazioni-Azioni-Etf-Obbligazioni-Fondi-Notizie

Nessuna azione in rialzo

Nessuna azione in ribasso

Notizie dalle agenzie

Il carrello della spesa degli italiani

Parte la Milano Food Week, l’appuntamento annuale per riflettere sui nuovi trend dell’alimentazione e un’occasione per fare il punto su un settore trainante della nostra economia

CAFFÈ: Vige la cautela in attesa di segnali dal mercato

Il future del caffè si trova in una fase di rallentamento del down trend in atto ormai dal novembre del 2016. Una fase dunque di lenta accumulazione verso i minimi che però tarda a dare veri e propri segnali d’inversione. La ragione di ciò è da ricercare sui fondamentali della materia prima.

Miglior rating ESG, migliore performance dell’impresa

Nuova conferma da uno studio di Banor SIM e del Politecnico di Milano

Per investitori che vogliono essere sereni in pensione

Scarica senza spese Il tuo piano pensionistico in 15 minuti, la guida redatta dalla società di Ken Fisher, famoso gestore finanziario.


Mibtel quotazioni tempo reale, quotazione indici di borsa sole 24 ore. #Quotazione #indici #di #borsa #sole #24 #ore


Quotazione indici di borsa sole 24 ore

MIBTEL QUOTAZIONI TEMPO REALE –

6 MIBTEL QUOTAZIONI TEMPO REALE: MIBTEL QUOTAZIONI TEMPO REALE: http://digilander.libero.it/uefagol/mibtel_quotazioni_tempo_reale.html (Ask.com) 7 QUOTAZIONE TEMPO REALE: quotazioni borsa tempo reale

Mibtel Quotazioni Tempo Reale

Mibtel Quotazioni Tempo Reale Mibtel Quotazione Tempo Reale. Quotazioni delle materie prime piГ№ pregiate in tempo reale e le

Mibtel Quotazioni Tempo Reale

Mibtel Quotazioni Tempo Reale Mibtel Quotazione Tempo Reale. Quotazioni delle materie prime piГ№ pregiate in tempo reale e le

Borsa Italia – Servizi Borsa Gratis – Borsa in Tempo Reale

MIBTEL: MIB30: MIDEX: TECHSTAR senza dover effettuare il refresh della pagina. QUOTAZIONI DI BORSA IN TEMPO REAL

Mibtel Quotazione Tempo Reale

Mibtel Quotazione Tempo Reale Borse.it – Borsa Italiana: Azioni. Per vedere le quotazioni in tempo reale abbonati subito a Borse.it

24 ORE Borsa On Line – Il Sole 24 ORE: finanza, quotazioni, azioni

Notizie di finanza e quotazioni di Borsa, cambio valute, azioni Archivio l'Esperto Risponde; Borsa e News: tempo reale Corsi e ricorsi storici per il Mibtel: la fase attuale ne

Mibtel Quotazione Tempo Reale

Mibtel Quotazione Tempo Reale Mibtel Quotazione Tempo Reale. Quotazioni delle materie prime piГ№ pregiate in tempo reale e le

ADVFN – Quotazioni azioni, grafici, forum, bilanci societari e notizie

MIBTEL Le quotazioni FOREX e OFEX sono in tempo reale. NYSE, AMEX e BIT hanno un ritardo di 20 minuti

societГ che offre il servizio di fornitura dati in tempo reale mediobanca, mercato, metastock, mib, mib30, mib30r, mibtel metastock, omnitrader, informazione finanziaria, quotazioni, borsa

Milano Finanza Interactive Edition

Borsa in tempo reale: Listino completo: Titoli del S&P/Mib: Titoli del Mib30: Mib30 after hour Mibtel: 30.798 -1,39: 28/11/06 6.50.59: S&P/Mib: 40.022 -1,46: 27/11/06 17.35.00: Mib 30: 40.125 -1,50: 28/11/06 6

29/11/06 11.24.49 H. Seng. 0,76%, 18.781. Quotazioni di borsa in tempo reale Il Mibtel ДЌ salito dell'1,37% 18.10 – 29/11/2006 Costo: Abb.0 – Reg.0

Tempo reale: Acquista – Entra. Dati ritardati di 20 min. Le quotazioni petrolifere hanno oltrepassato i 62 dollari dopo la diffusione dei dati sulle

BB.MI: Tempo Reale / ECN – BB BIOTECH – Yahoo! Finanza

Quando le quotazioni in tempo reale Lang & Schwarz non sono disponibili i dati vengono presentati in corsivo e tempo ritardato."

giardinaggio vendita on line :: Italian Blog

tempo nella letteratura tempo letteratura vendita giardinaggio vendita on line usata giardinaggio vendita on line mibtel quotazioni tempo reale mibtel

Il Sole 24 ORE Finanza e Mercati: notizie sui mercati finanziari

Borsa: avvio in deciso rialzo, Mibtel +0,46%, S&P Mib +0,40% A richiesta, via sms, la quotazione istantanea e in tempo reale del titolo che ti interessa

Il Sole 24 ORE Finanza e Mercati: notizie sui mercati finanziari

Borsa: +0,29% Mibtel in avvio, bene Alitalia, in rialzo Pirelli A richiesta, via sms, la quotazione istantanea e in tempo reale del titolo che ti

24 ORE Borsa On Line – Il Sole 24 ORE: finanza, quotazioni, azioni

Notizie di finanza e quotazioni di Borsa, cambio valute, azioni, quotazioni, indici e listini, finanza, valute, fondi, Borsa e News: tempo reale

ADVFN – Quotazioni azioni, grafici, forum, bilanci societari e

MIBTEL. Grafico intraday MIBTEL Le quotazioni FOREX e OFEX sono in tempo reale. Le altre quotazioni hanno un ritardo di 15 minuti.

Nella sezione in Tempo Reale sono forniti senza ritardo, nelle sezioni in tempo differito hanno L'ora indicata in tutte le quotazioni ГЁ quella italiana.

societГ che offre il servizio di fornitura dati in tempo reale attraverso . investimento, Ipo, azioni, warrant, dow jones, Mibtel, Mib30, Prometric,


Webrisorse: Borsa Italiana Listino Dalla A Alla Z, borsa azioni. #Borsa #azioni


webrisorse

lunes, 23 de julio de 2012

Borsa Italiana Listino Dalla A Alla Z

Link per Borsa Italiana Listino Dalla A Alla Z

Chapter 24 – Jane Eyre By Charlotte Bronte

Descrizione: Chapter 24. Classic Literature VideoBook with synchronized text, interactive transcript, and closed captions in multiple languages. Audio courtesy of Librivox. Read by Elizabeth Klett. Playlist for Jane Eyre by Charlotte Bront�: www.youtube.com Jane Eyre free audiobook at Librivox: librivox.org Jane Eyre free eBook at Project Gutenberg: www.gutenberg.org Jane Eyre at Wikipedia: en.wikipedia.org View a list of all our videobooks: www.ccprose.com

Part 6 – The House Of The Seven Gables Audiobook By Nathaniel Hawthorne (chs 19-21)

Descrizione: Part 6 (Chs 19-21). Classic Literature VideoBook with synchronized text, interactive transcript, and closed captions in multiple languages. Audio courtesy of Librivox. Read by Mark F. Smith. Playlist for The House of the Seven Gables by Nathaniel Hawthorne: www.youtube.com The House of the Seven Gables free audiobook at Librivox: librivox.org The House of the Seven Gables free eBook at Project Gutenberg: www.gutenberg.org The House of the Seven Gables at Wikipedia: en.wikipedia.org View a list of all our videobooks: www.ccprose.com

Part 4 – The House Of The Seven Gables Audiobook By Nathaniel Hawthorne (chs 12-14)

Descrizione: Part 4 (Chs 12-14). Classic Literature VideoBook with synchronized text, interactive transcript, and closed captions in multiple languages. Audio courtesy of Librivox. Read by Mark F. Smith. Playlist for The House of the Seven Gables by Nathaniel Hawthorne: www.youtube.com The House of the Seven Gables free audiobook at Librivox: librivox.org The House of the Seven Gables free eBook at Project Gutenberg: www.gutenberg.org The House of the Seven Gables at Wikipedia: en.wikipedia.org View a list of all our videobooks: www.ccprose.com


Guida ai titoli di Stato, titoli italiani borsa.

#Titoli #italiani #borsa



Guida ai titoli di Stato

Negli ultimi tempi si è sentito un gran parlare di titoli di Stato: ma cosa sono e, soprattutto, a cosa servono? Nell’articolo di oggi, vedremo di approfondire questo interessante argomento. Negli ultimi mesi, vi è stata una grandissima domanda in occasione dell’emissione di BTP Italia (Buoni del Tesoro Poliennali) che ha riportato in auge l’interesse per i titoli di Stato. Questi titoli si distinguono dagli altri investimenti per la loro trasparenza e la tassazione agevolata sui guadagni (12,5% contro il 20% applicato su tutti gli altri investimenti finanziari). Ma vediamo ora di spiegare i titoli di Stato nel dettaglio.

In questo articolo si parla di:

Procedura di acquisto

I titoli di Stato sono delle obbligazioni emesse da un Paese sovrano per finanziare il suo debito pubblico. Il loro acquisto, da parte dei risparmiatori, può avvenire in due distinti momenti: in fase di asta, ovvero quando i titoli vengono proposti al mercato facendo semplicemente un’apposita domanda al proprio broker o alla banca di fiducia. E’ importante dire però che la loro assegnazione non è automatica, considerato che la domanda può risultare superiore all’offerta. In secondo luogo, sarà possibile acquistare il titolo già quotato al prezzo del momento, che viene naturalmente generato dall’incontro tra la domanda e l’offerta. In fase d’asta non è previsto il pagamento di nessuna commissione, ad eccezione dei BOT (Buoni Ordinari del Tesoro), che in ogni caso prevedono massimali contenuti, disposti per decreto, attualmente a quota 30 centesimi per ogni 100 Euro sottoscritti, mentre l’acquisto di titoli sul mercato è soggetto ad un prelievo determinato dall’intermediario.

Tipologie di titoli di Stato

Per moltissimi anni, il principale strumento di investimento delle famiglie italiane è stato il famoso BOT (Buono Ordinario del Tesoro), il quale viene emesso con una durata massima di 12 mesi (altri invece anche a 3 e a 6 mesi). Erano i tempi della lira e dell’inflazione alta, che spingevano il Tesoro ad assicurare rendimenti elevati per suscitare l’interesse dei risparmiatori. Oggi, la situazione è drasticamente cambiata, anche se i BOT mantengono ancora il loro “appeal”. Quelli emessi con taglio minimo di 1.000 euro, sono titoli collocati a sconto: in poche parole, il loro prezzo di rimborso è pari a 100, mentre quello di emissione è inferiore. La differenza tra i due valori mostrerà il rendimento per l’investitore. Lo stesso meccanismo vale per i CTZ (Certificati del Tesoro Zero coupon), che hanno una durata fino a 2 anni. Tutti gli altri titoli di Stato, invece, si differenziano da quelli sopra citati per la loro cedola. I CcTeu (Certificati di Credito del Tesoro) sono strumenti con scadenza a 7 anni e un rendimento della cedola variabile che è legato al tasso Euribor a 6 mesi, con l’aggiunta di una maggiorazione. I BTP (Buoni del Tesoro Poliennali) possono raggiungere scadenze fino a 30 anni e prevedono cedole semestrali a tasso fisso. Infine, vi sono i BTpi e il BTP Italia, che sono strutturati come il classico BTP, ma con differenza che la loro cedola è influenzata sia dall’inflazione europea che da quella italiana.

quale scegliere?

La duration (durata) è uno degli indicatori più importanti delle obbligazioni. Tanto più lontana sarà la scadenza di un titolo, tanto più alto sarà il rischio che l’emittente possa trovarsi in difficoltà nel rimborso. Questo ci fa capire una cosa importante: che i rendimenti dei titoli a breve scadenza tendono ad assicurare rendimenti più contenuti rispetto a quelli a lunga scadenza. La duration, a sua volta, è strettamente collegata ad una variabile essenziale per il rendimento delle emissioni sovrane, ovvero l’andamento dei tassi di interesse. Infatti, quando questi salgono, i rendimenti dei titoli di Stato tenderanno a scendere, e viceversa. Questo ci fa capire il perché la durata del portafoglio può essere modificata riducendola quando si prevede un aumento dei tassi e aumentandola quando è previsto un loro calo.

Ovviamente, il rischio di valutazioni errate sarà sempre elevato: quindi, la migliore strategia per riuscire a minimizzare i rischi sarà la diversificazione: infatti, inserendo nel portafoglio titoli a reddito fisso e indicizzati all’inflazione (sia a breve che a lunga scadenza), si avrà la possibilità di fronteggiare tutte le variabili che possono presentarsi nel corso dell’investimento e ad intervenire facilmente in caso di necessità (ad esempio, vendendo il titolo prima della scadenza).