Azienda per i Servizi Sanitari n, esenzione ticket per età superiore a 65 anni.

#Esenzione #ticket #per #età #superiore #a #65 #anni


Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 – Friuli Occidentale

Menu accessibile

Menu principale del sito

Esenzione ticket per status e reddito

Ha diritto allesenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria chi, al momento dellesecuzione della prestazione, si trova in una delle seguenti situazioni:

Esenzione dal pagamento del ticket per motivi di status e reddito (L.537/1993 e successive modifiche e integrazioni).

Età inferiore a 6 anni o superiore a 65 anni, appartenente a un nucleo familiare (fiscalmente inteso) con reddito complessivo lordo riferito all’anno precedente non superiore a euro 36.151,98.

In caso di minore, può accadere che il bambino abbia diritto allesenzione contrariamente ai suoi genitori o agli altri fratelli di età superiore a 6 anni.

In questi casi il modulo dovrà essere firmato dal genitore o da chi esercita la potestà genitoriale.

Soggetto disoccupato (iscritto al Centro per lImpiego) e familiari a carico, appartenente a un nucleo familiare (fiscalmente inteso) con un reddito complessivo lordo riferito all’anno precedente inferiore a euro 8.263,31, incrementato fino a euro 11.362,05 in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori euro 516,46 per ogni figlio a carico.

Il diritto all’esenzione si ottiene mediante l’apposizione del codice E01, E02, E04 da parte del Medico di Medicina Generale/Pediatra di Libera Scelta nell’apposito spazio della ricetta in cui vengono prescritte le prestazioni sanitarie.

I cittadini residenti in Friuli Venezia Giulia che hanno diritto all’esenzione del ticket per motivi di status e reddito, sono presenti in un apposito elenco messo a disposizione della Regione dal Ministero dell’Economia e delle Finanze verso la fine del mese di marzo di ogni anno e consultabile online dal proprio MMG/PLS.

  • quando la prestazione potrebbe essere prescritta da uno specialista che opera fuori regione;
  • quando il proprio nominativo non figura nel suddetto elenco oppure si è in stato di disoccupazione.

In questi casi sarà necessario autocertificare il proprio diritto all’esenzione del ticket.

I residenti nei comuni di Cordenons, Porcia e Roveredo in Piano hanno la possibilità di rivolgersi al proprio Comune per autocertificare il proprio diritto all’esenzione del ticket.

Per i cittadini con invalidità civile attestata nella tessera sanitaria (cod. C01, C02, C03, C04) non è necessario richiedere l’esenzione del ticket per status e reddito.

Definizioni:

Il nucleo familiare fiscale è costituito dalla persona che presenta la dichiarazione dei redditi e dagli eventuali familiari a carico inseriti nella medesima dichiarazione. Il nucleo familiare fiscale non va confuso con il nucleo familiare anagrafico, che è costituito invece dall’insieme delle persone appartenenti alla stessa famiglia che risultano iscritte all’anagrafe comunale come residenti al medesimo indirizzo.

Per stabilire se si ha diritto all’esenzione del ticket è necessario tenere conto di tutto ciò che va a costituire il reddito complessivo nella dichiarazione dei redditi (redditi di capitale, fondiari, di impresa, di lavoro autonomo, di lavoro dipendente, diversi. ). Si fa riferimento al reddito lordo non decurtato delle detrazioni.

I redditi dei coniugi vanno sempre sommati, anche se presentano dichiarazioni dei redditi separate.

Ai sensi dell’art. 433 del Codice Civile sono considerati familiari a carico:

  • il coniuge non legalmente ed effettivamente separato, i figli (compresi i figli naturali, riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati), i figli permanentemente inabili al lavoro. Il coniuge ed i figli possono anche non convivere con il dichiarante e risiedere altrove;
  • i discendenti dei figli, i genitori anche adottivi, i generi e le nuore, i suoceri, i fratelli e le sorelle, i nonni, a condizione che convivano con il contribuente o percepiscano assegni alimentari non risultanti da provvedimenti dellautorità giudiziaria.

In ogni caso il reddito complessivo lordo del familiare a carico, riferito allanno precedente, non deve superare euro 2840,51 in base all’ art. 12 – D.P.R. n.917 del 22 dicembre 1986 e successive modifiche.

I soggetti, pur conviventi, che dispongano di redditi propri e siano quindi tenuti alla presentazione della dichiarazione ai fini IRPEF, costituiscono, con leccezione del coniuge, nuclei familiari autonomi (nota del Ministero della Salute dd. 23 aprile 2002, prot. n. 100/SCPS/RED/4).

Condizione del soggetto privo di lavoro e immediatamente disponibile allo svolgimento e alla ricerca di una attività lavorativa (condizione comprovata dalla presentazione dellinteressato di idonea dichiarazione emessa dal Centro per lImpiego). Ai fini dellesenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria si considerano disoccupati:

  • i soggetti in cerca di prima occupazione;
  • i soggetti che hanno perduto un lavoro dipendente o autonomo e sono in cerca di una nuova occupazione;
  • i soggetti che svolgono una attività con reddito inferiore a quello minimo personale escluso da imposizioni fiscali (dichiarato al Centro per lImpiego allatto della convalida della condizione di disoccupazione).

torna su




Ticket sanitari, quanto si paga caso per caso e chi può chiedere l – esenzione – Secolo d – Italia, esenzione ticket per over 65.

#Esenzione #ticket #per #over #65


Ticket sanitari, quanto si paga caso per caso e chi può chiedere lesenzione

Il sistema dei ticket sanitari potrebbe essere presto rivoluzionato dopo lincontro tra le Regioni e il ministro della Salute sullabolizione dei ticket, ovvero delle tasse che il cittadino paga in cambio di determinate prestazioni sanitarie.

I ticket sanitari

I ticket sanitari, introdotti nel 1982, sono una tassa che il cittadino paga in cambio di determinate prestazioni sanitarie fornite dallo Stato. Attualmente i ticket riguardano le prestazioni specialistiche (visite, esami strumentali e analisi di laboratorio), le prestazioni di pronto soccorso, le cure termali e le prestazioni farmaceutiche, solo nelle Regioni che hanno autonomamente deciso di introdurli. Tuttavia, diverse categorie di pazienti, affetti da particolari tipologie di malattie sono sollevate dal versamento di questa quota. Al cittadino può essere riconosciuto il diritto allesenzione dal ticket anche sulla base di particolari situazioni di reddito associate alletà o alla condizione sociale, o del riconoscimento dello stato di invalidità e in altri casi particolari (gravidanza, diagnosi precoce di alcuni tumori, accertamento dellHIV).

Quanto si paga

Per le prestazioni di specialistica ambulatoriale, limporto dovuto dallassistito è pari alla somma delle tariffe delle prestazioni contenute nella ricetta, fino al tetto massimo di 36,15 euro per ricetta (fatta eccezione per le Regioni Friuli Venezia Giulia e Lombardia, che hanno previsto un tetto massimo di 36 euro, della regione Sardegna, che ha fissato il tetto massimo in 46,15 euro e della regione Calabria, che ha fissato il tetto in 45 euro). Al ticket vanno aggiunte leventuale quota di partecipazione introdotta da alcune regioni (Lazio, Campania Molise, Sicilia) e la quota fissa aggiuntiva da 10 euro senza alcuna modifica introdotta da alcune regioni (Lazio, Liguria, Calabria, Puglia, Sicilia, Campania, Friuli Venezia Giulia, Marche Abruzzo e Molise).

Le prestazioni del Pronto soccorso

A partire da gennaio 2007 la legge prevede, a carico degli assistiti, il pagamento di un ticket di 25 euro per le prestazioni erogate in Pronto soccorso ospedaliero non seguite da ricovero, classificate con ‘codice bianco (prestazioni non urgenti, paziente in condizioni non critiche) ad eccezione di traumi e avvelenamenti acuti. Il ticket non è previsto per i codici rosso” (paziente molto critico), “giallo” (mediamente critico), “verde” (poco critico). In Toscana limporto massimo previsto è di 50 euro, maggiorato di 10 euro nel caso vengano effettuati accertamenti diagnostici per immagini; nella provincia autonoma di Bolzano un “codice bianco” può pagare fino a 100 euro. Anche il colore dei codici cambia significato nelle diverse regioni. Per esempio con il codice “azzurro” la Toscana definisce «i casi non gravi con prestazione sanitaria differibile» e quindi il cittadino è soggetto al pagamento del ticket, mentre in Lombardia il codice “azzurro” classifica le persone “fragili” e pertanto non soggette al pagamento del ticket.

Limporto per i farmaci

Dal 2000 è stata abolita, a livello nazionale, ogni forma di partecipazione degli assistiti per lassistenza farmaceutica; dunque, non è previsto alcun ticket sui farmaci. Le singole regioni, tuttavia, per fare fronte al proprio disavanzo, possono reintrodurre sui farmaci di fascia A (quelli essenziali e per malattie croniche dispensati gratuitamente dal Servizio sanitario nazionale) specifiche forme di partecipazione alla spesa farmaceutica, che in genere consiste in una quota fissa per ricetta o per confezione.

Le esenzioni

Attualmente il diritto allesenzione dal ticket sulle prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e sulle altre prestazioni di specialistica ambulatoriale è riconosciuto sulla base di particolari situazioni di reddito associate alletà o alla condizione sociale, in presenza di determinate patologie (croniche o rare) o del riconoscimento dello stato di invalidità. Il cittadino ne ha diritto sulla base di particolari situazioni:

Per scoprire quali sono le malattie croniche e invalidanti che danno diritto allesenzione dal ticket (e le relative prestazioni alle quali si ha diritto) basta consultare lelenco aggiornato digitale messo a disposizione dal Ministero.

Lesenzione dal ticket sanitario è prevista anche per coloro che sono affetti da malattie rare, ovvero «patologie gravi, invalidanti e spesso prive di terapie specifiche, che presentano una bassa prevalenza, inferiore al limite stabilito a livello europeo di 5 casi su 10.000 abitanti». Ai fini dellesenzione il Regolamento individua 284 malattie e 47 gruppi di malattie rare.

Gli invalidi hanno diritto allesenzione del ticket sanitario per alcune o per tutte le prestazioni specialistiche. Lo stato e il grado di invalidità devono essere verificati dalla competente Commissione medica della Asl di residenza.

Oltre alle prestazioni diagnostiche garantite dalle Asl nell’ambito delle campagne di screening, il Servizio sanitario nazionale garantisce l’esecuzione gratuita degli accertamenti per la diagnosi precoce di alcune tipologie di tumori. Le prestazioni per cui non si paga il ticket sono:

a) mammografia, ogni due anni, a favore delle donne in età compresa tra 45 e 69 anni; qualora l’esame mammografico lo richieda sono eseguite gratuitamente anche le prestazioni di secondo livello;

b) esame citologico cervico-vaginale (PAP Test), ogni tre anni, a favore delle donne in età compresa tra 25 e 65 anni;

c) colonscopia, ogni cinque anni, a favore della popolazione di età superiore a 45 anni&.

Le donne in attesa hanno diritto a eseguire gratuitamente, senza pagare il ticket, alcune prestazioni specialistiche e diagnostiche utili per tutelare la loro salute e quella del bambino. Lelenco di queste prestazioni (di cui fanno parte le visite mediche periodiche ostetrico-ginecologiche) è contenuto nel Decreto ministeriale del 10 settembre 1998.

Allinterno delle strutture sanitarie pubbliche il test anti-HIV, in grado di identificare la presenza di anticorpi specifici che l’organismo produce nel caso in cui entra in contatto con questo virus&, è anonimo e gratuito.

Esenzioni per reddito

Anche chi versa in condizioni di difficoltà economica può richiedere lesenzione dal ticket sanitario. Le categorie esentate sono le seguenti:

Cittadini di età inferiore a 6 anni e superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro (CODICE E01);

Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (CODICE E02);

Titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico (CODICE E03);

Titolari di pensioni al minimo di età superiore a 60 anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (CODICE E04).

Come fare per ottenere questo tipo di esenzione? Il medico di famiglia o il pediatra, i quali possiedono «la lista degli esenti fornita dal sistema Tessera Sanitaria», al momento della prescrizione verificano, su richiesta dell’assistito, il diritto all’esenzione e lo comunicano all’interessato e riportano «il relativo codice sulla ricetta».

Per quanto riguarda l’esenzione relativa allo stato di disoccupazione (codice E02), in ogni caso questa deve essere autocertificata annualmente dal paziente presso la Asl di appartenenza, che rilascia un apposito certificato.


Cyber Monday 65% Off Sid Savage Auto Dealer Supply Coupons – Deals 2015 #chrysler #auto #parts


#auto dealer supplies
#

Sid Savage Auto Dealer Supply Coupon

go to sidsavage.com

Get big discounts with Sid Savage Auto Dealer Supply coupons for November 2015, including 1 Sid Savage Auto Dealer Supply promo codes & 2 deals. Sid Savage opened his first used car business in 1946. After successfully owning several lots and working with his fellow Dealers in the Detroit area, he realized the need of quickly finding products to increase the value of the cars on his lot and sales products to stimulate walk-in traffic. For his many friends in the industry, Sid soon created his first catalog with one single purpose…to “Drive your Dealership to Higher Profits®.” With his vision, and thanks to customers like you, we have been able to deliver for over 3 decades: Quality Products at Reasonable Prices, Fanatical Customer Service, 24/7 Ordering, and Fast Delivery. Over the years we have realized the importance of constantly improving upon the way we do business. As an example, we are proud to introduce our brand new online store – sidsavage.com. Many steps have been taken to give our customers a first-class shopping experience. Sid Savage Auto Dealer Supply coupon codes and deals give you the best possible prices when shop at sidsavage.com.



Cyber Monday 65% Off Sid Savage Auto Dealer Supply Coupons – Deals 2015 #auto #electrical #repair


#auto dealer supplies
#

Sid Savage Auto Dealer Supply Coupon

go to sidsavage.com

Get big discounts with Sid Savage Auto Dealer Supply coupons for November 2015, including 1 Sid Savage Auto Dealer Supply promo codes & 2 deals. Sid Savage opened his first used car business in 1946. After successfully owning several lots and working with his fellow Dealers in the Detroit area, he realized the need of quickly finding products to increase the value of the cars on his lot and sales products to stimulate walk-in traffic. For his many friends in the industry, Sid soon created his first catalog with one single purpose…to “Drive your Dealership to Higher Profits®.” With his vision, and thanks to customers like you, we have been able to deliver for over 3 decades: Quality Products at Reasonable Prices, Fanatical Customer Service, 24/7 Ordering, and Fast Delivery. Over the years we have realized the importance of constantly improving upon the way we do business. As an example, we are proud to introduce our brand new online store – sidsavage.com. Many steps have been taken to give our customers a first-class shopping experience. Sid Savage Auto Dealer Supply coupon codes and deals give you the best possible prices when shop at sidsavage.com.