Auto&Car

Feb 11 2019

Subito it Annuncio – Auto Case Usato In Vendita Italia Roma Napoli Milano, inserzione vendita auto. #Inserzione #vendita #auto


Inserzione vendita auto

Come vendere la tua auto su annunci subito.it

Dopo aver aperto il sito puoi selezionare la regione di interesse cliccando sulla cartina interattiva, oppure puoi sceglierla dallelenco presente sulla parte destra. In pochi secondi vdrai la lista di tutti gli annunci di annunci subito.it della tua regione. Visto che sei interessati alla vendita dellauto, leggi gli annunci relativi alla categoria Veicoli → Auto& per essere competitivo. Nella casella Cosa cerchi?& puoi anche scrivere il modello della tua auto.

Portandoti sulla voce inserisci un annuncio gratis& accederai al form da compilare con tutte le informazioni. Se è la prima volta che accedi dovrai aggiungere tutti i tuoi dati e se sei un privato o unazienda. Il passo successivo riguarda i dati dellauto, se hai già deciso il prezzo puoi indicarlo per aumentare la visibilità. Ti ricordiamo che molti annunci di annunci subito.it iniziano con vendo&, sei già nel posto giusto, inserisci direttamente la marca dellauto, il modello e lanno di produzione. Non dimenticate di inserire delle foto. Per aumentare la fiducia nellacquirente, gli scatti devono far vedere lesterno, linterno, il motore, il contachilometri ed eventuali difetti. Alcuni venditori mettono in evidenza i danni alla carrozzeria con il nastro blu. Dopo aver completato tutta la procedura, il sistema ti invia una mail di conferma.

Se inserire un annuncio su annunci subito.it è estremamente facile, quando si tratta di auto usate devi prestare attenzione al valore. Il nostro consiglio è di recarti dal concessionario o da un meccanico per capire quanto potrebbe valere sul mercato. Il calcolo elettronico è molto utile ma non tiene conto di tanti fattori come il chilometraggio, lusura delle gomme, lo stato degli interni. Vendere lauto con gli annunci di annunci subito.it non è unoperazione veloce, quindi se devi monetizzare in fretta ti sconsigliamo questo metodo. Un trucco per vendere la tua auto usata può essere quello di indicare un prezzo e aggiungere trattabili&.

Subito it Annuncio

Subito It Annuncio un blog di annunci gratuiti in tutta italia.

Sembra la moda del momento, sembra lidea che molti hanno ultimamente, fare un sito internet di annunci per far inserire da chiunque annunci e guadagnare almeno uno stipendio giusto per partire, poi, se faremo soldi, assumeremo qualcuno&.

Quello che forse scappa sono i costi e le logiche, alle spalle del progetto, specialmente in quello preso come riferimento: subito.it. Ci viene chiesto spesso, ultimamente

  • vorrei un sito come subito.it, quanto costa?
  • vorrei un sito come ebay, quanto costa?
  • vorrei un sito come amazon, quanto costa?

Ma sempre scopriamo che non cè né consapevolezza strategica, né consapevolezza economica per il da farsi.

Quanto costa un sito di annunci tipo subito.it?

Un sito di annunci tipo subito.it ha un costo che parte da 100 mila euro e per farlo/gestirlo dobbiamo pensare a personale che sia allaltezza, da un punto di vista strategico e pratico; dobbiamo pensare a pubblicità parallela (subito è visibile periodicamente anche in tv nazionale) e iniziative per farlo conoscere, come carta stampata o social network; non da meno dobbiamo pensare che, un sito di annunci come subito, ebay o amazon, ha migliaia di pagine e per emularlo, dobbiamo, per forza farne tante anche noi.

Paradossale: sapete chi è il primo concorrente? Il primo concorrente è proprio subito.it, un colosso, unazienda che ha un sito costruito in anni di sacrifici, con automatizzazioni e personale che ci lavora, stipendiato, tutti i giorni e con competenze elevate, elevatissime.

Abbiamo fondi e risorse umane per fare meglio di subito.it?

Parliamone, ma se cerchiamo di fare un sito come subito o ebay, per sperare che la nostra vita cambi, iniziamo ad apprezzare quello che abbiamo e iniziamo a vederlo da altri punti di vista, perché un progetto di questi livelli, non può essere un tentativo fatto di speranze (come appena detto parliamo di un investimento di almento 100 mila euro).

Appurata la complessità del lavoro per fare un sito tipo subito.it o tipo ebay, andiamo a vedere come mai ci sono costi tecnici molto importanti e come mai non possiamo pensare di iniziare senza grossi investimenti. Il progetto tipo subito.it necessita di parti di amministrazione del progetto adatte allindipendenza del cliente che deve, con una certa facilità, iscriversi, capire il meccanismo, scegliere il miglior profilo tipo:

in base al tipo di inserzione che deve o vuole fare, e iniziare a caricare il suo annuncio. Tutto il sistema deve essere intuitivo e facile da capire. La gestione dei profili deve essere schamatizzata e non possiamo proporla in troppi step. Sembra ovvio, ma nel 99% dei casi, così ovvio, non è!

Cosa dovrebbe fare un sito tipo subito o ebay

Un sito tipo subito o ebay deve avere uno spazio per le descrizioni, uno spazio foto, uno spazio prezzo, uno spazio contatto, e tutto deve essere semplice, proprio come lo è in subito.it o ebay.

Lannuncio deve essere vagliato da uno staff, altrimenti ci si trova con dvd copiati e con vendita di accessori poco legali, e questo ricadrà sempre sulla responsabilità dello staff, perché anche se legalmente ci sarà la massima tutela, con accordi e varie accettazioni, un utilizzo improprio del mezzo lo infangherà prima di nascere.

Lo staff che gestisce il tutto deve monitorare il sistema e deve poter vedere ogni profilo, controllarlo e deve poter intervenire. Se pensiamo di automatizzare il controllo con filtri su parole inserite o altro, i costi lievitano e di molto (serve comunque una dose di manualità, quindi costi di personale).

Altro step non poco delicato, è il prodotto finale, che deve andare al pubblico, deve essere curato in ogni aspetto e, soprattutto, essere chiaro.

Tre macro aspetti da non sottovalutare che implicano mesi di lavoro e di testing, perché, speriamo vivamente, che non ci si metta on line con sistemi open source o con lavori da 9 euro al mese, come certi clienti ci hanno prospettato.

Chiarezza come sinonimo di cura maniacale del progetto

Sembra banale ma il cliente che si iscrive deve avere tutto chiaro in pochi passaggi e non possiamo pretendere che capisca al volo&, da un nome del profilo, che servizi diversi offre il sistema. Non facciamo lerrore tipico delle concessionarie che quando danno un prezzo di unauto iniziano a dare prezzi diversi per modello, dando per scontato che un cliente capisca cosa le differenzia, perché se il venditore di auto è lì tutto il giorno, e tutto il giorno parla di auto, il cliente che si avvicina, lo fa per capirci di più ed il livello di conoscenza di partenza è diverso; non si troverà mai un punto di incontro se nessuno si pone il problema di spiegare cosa significa un modello piuttosto che un altro, easy, piuttosto che platinum, giusto per fare un esempio.

Chi entra nel nostro sito deve vedere schematizzato, nel posto giusto lofferta che proponiamo e deve capire, dopo poco, cosa differenzia unofferta da unaltra. Il sottovalutare la chiarezza della proposta, il non vedere la proposta con locchio del cliente si traduce in contatti e mail che chiedono spiegazione, sempre dando un po per scontato che ci sia un piacevole impatto con il pubblico. Detta in termini più pratici la non curanza del dettaglio si trasforma in tempo e risorse perse per spiegare quanto abbiamo dato per scontato o abbiamo sottovalutato. Più è importante il progetto che stiamo costruendo più è importante il particolare, il piccolo dettaglio e più sono grandi le nostre ambizioni, più scrupolosi dobbiamo essere nel parlare al nostro potenziale cliente, del resto pensiamoci un attimoperché il cliente dovrebbe scegliere noi e non il già affermato subito.it?

Di solito chi si avvicina a questi portali per emularli o per cercare nuove strade lavorative vede un sistema curato e studiato ma non è consapevole dei costi che servono per arrivare al risultato e di quanto tempo serva per arrivare ad avere un prodotto semplice e fluido. Anzi, si parte dal presuposto che si sta pensando di investire 8/10 mila euro in tempi di crisi e si pensa siano già tanti, quando in realtà non bastano nemmeno per la prima parte del progetto cartaceo o per i primi studi grafici. Non parliamo poi di chi propone di partire con 500 euro.


Written by HOTEL


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *